Luigi De Falco lancia H2biz nel mercato delle produzioni cinematografiche

Il Gruppo H2biz ha deciso di entrare ufficialmente nel mercato delle produzioni cinematografiche con una propria casa di produzione. Il fondatore di H2biz (ed editore di questa testata), Luigi De Falco, da tempo è convinto che la moltiplicazione delle piattaforme di streaming (Netflix, Amazon Prime, Sky, Infinity, Chili …) sia una grande opportunità per chi ha la capacità di produrre contenuti di valore.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è luigi_dE_falco_mEdia-1024x670.jpg

Fino a pochi anni fa chi aveva una storia e voleva farne un film poteva “bussare a poche porte, quasi sempre socchiuse. Oggi, invece, il mercato della distribuzione è altamente competitivo, ci sono degli sgravi fiscali (Tax Credit Cinematografico) per chi investe in produzioni, la tecnologia ha abbattuto i costi di realizzazione, montaggio e diffusione. Ci sono, insomma, tutte le condizioni perchè un Gruppo multi-settore come H2biz, che già gestisce migliaia di contenuti media delle imprese iscritte all’HUB, possa costruirsi un suo mercato.

L’idea di Luigi De Falco è di partire da produzioni indipendenti, andando a scovare giovani registi e sceneggiatori di talento a cui offrire la capacità di networking di H2biz nel reperire le risorse finanziare e le tecnologie per trasformare un’idea in un film.

La competizione sempre più serrata tra i media tradizionali e le piattaforme di streaming è un grande vantaggio che H2biz intende sfruttare andando ad individuare di volta in volta e, a seconda del tema del film, il canale più in linea e a negoziare le condizioni di distribuzione.

Il mondo dei media è in grande fermento – afferma Luigi De Falcol’arrivo di Netflix ha scatenato una fase di concentrazione tra i big del settore che stanno unendo le forze per contrastare la potenza di fuoco del nuovo arrivato. La guerra tra media tradizionali e piattaforme di streaming è solo all’inizio e chi produce contenuti di qualità, siano essi film, serie tv o documentari, ha solo da guadagnarci perchè ha delle opportunità di distribuzione mai viste prime. Partendo da questa situazione di mercato abbiamo deciso di portare a valore l’esperienza acquisita da H2biz in 11 anni di networking e la grande capacità delle imprese iscritte all’HUB di canalizzare tecnologie, competenze e risorse finanziarie in progetti innovativi. Vogliamo sostenere i giovani di talento, dandogli la possibilità di esprimere la loro creatività e affiancandoli in tutta la catena del valore: dal reperimento dei fondi che potremmo gestire anche in modalità gruppo d’acquisto fino alla negoziazione delle condizioni di distribuzione dei film con le grandi piattaforme. Abbiamo il vantaggio di gestire un HUB con 600.000 imprese iscritte che ci consente di accedere a risorse e competenze potenzialmente infinite e che ci garantisce delle economie di scala fondamentali per operare in un mercato così competitivo. Partiremo dalla produzione di film con temi originali e che possano essere apprezzati anche all’estero. Per questo motivo abbiamo deciso di evitare generi come la commedia, molto apprezzata in Italia ma difficile da portare fuori dai confini nazionali. Non sarà facile, ci vorrà del tempo, ma è una sfida affascinante che vogliamo vincere.

L’ingresso nel mercato delle produzioni cinematografiche è un passo importante nel percorso di evoluzione di H2biz verso la Media Trading Company, un modello ibrido metà società di trading e metà media company. Una sfida, ancora in corso, iniziata nel 2011 con il lancio di Outsider News e proseguita con la presentazione della H2biz TV, la prima business TV gestita con i Big Data.

Redazione
Informazioni su Redazione 131 Articoli
Redazione Outsider News.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*