H2biz e Commodore lanciano H2event, la piattaforma per digitalizzare in 3D gli eventi

A volte ritornano e fanno rumore. La Commodore, superstar tecnologica degli anni ’80 famosa per i suoi personal computer (Vic 20 e C64), è tornata. Oggi di proprietà italiana e specializzata in soluzioni software, in partnership con H2biz e Sgaravato presenta una piattaforma per la digitalizzazione degli eventi. La piattaforma si chiama H2event ed è in grado di digitalizzare, animare in 3D e trasmettere in live streaming qualsiasi tipo di evento: presentazioni di prodotto e servizi, workshop e forum, sfilate di moda, sessioni di sport e fitness virtuale, convention aziendali, mostre, eventi d’arte e cultura. Un’operazione fortemente voluta da Luigi De Falco (Presidente H2biz ed editore di questa testata) per “riportare in vita in 3D” gli eventi fisici fermi a causa del Covid.

Dietro al progetto c’è una triplice allenza, in cui ognuno degli attori coinvolti ha apportato le proprie competenze: la Commodore la tecnologia di animazione e riproduzione , il Gruppo Sgaravato il design e il marketing, H2biz (proprietaria della piattaforma) la capacità di mercato e l’esperienza nella gestione di operazioni su vasta scala.

La piattaforma è stata sviluppata per rispondere al meglio alle possibili esigenze degli organizzatori di eventi, piccoli o grandi che siano.

I set virtuali possono riprodurre qualsiasi tipo di sceneggiatura o palco, statico o dinamico in 3D, creando per l’utente un’esperienza realistica.

I sistemi Big Data consentono di raccogliere e rielaborare i dati dei partecipanti per fornire agli organizzatori delle analisi dinamiche sui comportamenti degli utenti e delle analisi predittive per migliorare le performance dei futuri eventi.

L’obiettivo dichiarato è fornire a tutti uno strumento per trasferire sul digitale un’esperienza realistica e interattiva di partecipazione agli eventi.

“Vogliamo diventare il punto di riferimento di tutto il mercato degli eventi, oggi sospesi per l’emergenza Covid” – afferma Luigi De Falco – “La scommessa è grande, ma abbiamo scelto dei partner di altissimo calibro: la Commodore, che non ha bisogno di presentazioni, e il Gruppo Sgaravato, che ha una significativa esperienza nel design e nel marketing digitale, due elementi fondamentali per il successo dell’operazione (gli eventi devono avere un elevato impatto visivo e grande capacità di marketing, altrimenti nessuno partecipa). Nella fase di sviluppo della piattaforma abbiamo cercato di immaginare qualsiasi possibile esigenza di chi organizza eventi e abbiamo allargato il raggio a tutti gli eventi, non solo a quelli business. Ci piacerebbe che anche le palestre trasmettessero su H2event le loro sessioni di allenamento o che il piccolo commerciante potesse creare un evento in 3D per presentare il suo store e i suoi prodotti. Chiaramente la “parte del leone” la faranno i workshop e le presentazioni in 3D dei prodotti e servizi, ma abbiamo voluto aprirci anche al mondo dell’arte e della cultura per dare la possibilità ad artisti, galleristi e musei di effettuare una mostra virtuale o agli autori di presentare i propri libri in modo dinamico. Non abbiamo voluto darci (e dare) dei limiti operativi, la piattaforma è aperta a tutti. Dal primo lockdown (quello totale) ci stiamo lavorando h24, adesso siamo online e la risposta ce la deve dare il mercato”.

H2event è operativa da oggi all’indirizzo https://www.h2event.it/

Redazione
Informazioni su Redazione 179 Articoli
Redazione Outsider News.