Google Trends 2018, in rete gli italiani cercano calcio e curiosità. Marchionne primo personaggio, il Grande Fratello batte la politica

Se dovessimo giudicare noi italiani dalla ricerche effettuate in rete nell’ultimo anno ne verrebbe fuori una spaccato del nostro popolo non proprio esaltante dal punto di vista culturale. Per fortuna, siamo giustificati dal fatto che la navigazione sul web avviene in larga parte per motivi di intrattenimento. E questo spiega la presenza, nei Google Trends 2018, di temi e argomenti spesso frivoli o comunque di basso livello culturale.

Intanto cerchiamo di capire perché le statistiche di Google siano così rappresentative dei nostri desideri. Perché Google è il motore di ricerca più usato al mondo (e dunque anche in Italia). Lo utilizza giornalmente il 90% degli utenti. Basti pensare che solo il 2%, al contrario, impiega Facebook per le ricerche.

Procediamo con ordine e vediamo le parole, i personaggi, gli eventi, le curiosità e le mete turistiche più ricercate on-line.


Le 10 parole più ricercate dagli italiani

Il calcio è la prima passione degli italiani anche sulla rete. Al primo posto delle ricerche su google si posiziona il termine “mondiali”. E al terzo c’è “Cristiano Ronaldo”. Mentre al secondo posto figura il nome di “Marchionne”, il manager di FCA scomparso lo scorso luglio a Zurigo per una grave malattia. Nella classifica delle parole più ricercate nel 2018 compaiono altri tre personaggi che ci hanno lasciato nell’anno che sta finendo: “Fabrizio Frizzi” (al quarto posto), il deejay “Avicii” (al nono) e il calciatore Davide Astori (al decimo).

Spunta all’ottavo posto anche “Sanremo” e la politica, con “Governo” e “Elezioni 4 marzo” (rispettivamente al sesto e settimo posto). La politica è battuta dal “Grande Fratello” (classificato al quinto posto).

La classifica:

  1. Mondiali
  2. Sergio Marchionne
  3. Cristiano Ronaldo
  4. Fabrizio Frizzi
  5. Grande Fratello
  6. Governo
  7. Elezioni 4 marzo
  8. Sanremo
  9. Avicii
  10. Davide Astori

I 10 personaggi più ricercati su Google

Anche in questa speciale classifica figura al primo posto “Sergio Marchionne“, mentre a seguire: Cristiano Ronaldo, Fabrizio Frizzi, Avicii, Davide Astori, Luka Modric, Francesca Fioretti, Meghan Markle, Nadia Toffa, Marina Ripa di Meana.

I 10 eventi più ricercati

Restano saldamente al primo posto i Mondiali di calcio in Russia, anche senza la presenza della Nazionale di calcio italiana. Seguono le elezioni del 4 marzo e poi Sanremo, il crollo del Ponte Morandi, il Giro d’Italia, le Olimpiadi invernali, la Champions League, l’Eclissi del 27 luglio, la Festa della mamma e Wimbledon.

La meta turistica preferita dagli italiani

La Sardegna conquista il primato della regione più nominata su Google tra le mete preferite per le vacanze. Seguono: Albania, Sicilia, Grecia, Croazia, Toscana, Zanzibar, Corsica, Salento, Abruzzo. Per quanto riguarda la cucina, invece, la ricetta più ricercata è quella della pastiera napoletana, che precede il tiramisù, la carbonara, la colomba pasquale e il casatiello.

Cosa chiedono a Google gli italiani

Nella classifica delle curiosità degli italiani in rete, ecco le domande che gli utenti hanno rivolto al più importante motore di ricerca nel 2018. In ordine di importanza: “…Si festeggia l’8 marzo”, “…I giocatori hanno un segno rosso in faccia”, “…Fedez e J-Ax hanno litigato”, “…Ilary Blasi ha la parrucca”, “Asia Argento non conduce più X Factor…”.

La top ten del “cosa significa”

Infine, Google viene spesso consultato come un vero e proprio vocabolario digitale. La maggior parte degli italiani ha ricercato spiegazioni sul termine “sessista”, a dimostrazione che c’è ancora molta strada da fare in fatto di cultura della parità nel nostro Paese. Seguono i termini: “ipovedente”, “LOL”, “Filantropo”, “scopofobia”, “Impeachment”, “Eskere”, “Brexit”, “cherofobia”, “Ministro senza portafoglio”.

Giuseppe Lanese
Informazioni su Giuseppe Lanese 10 Articoli
Giornalista professionista, comunicatore e formatore. Collabora con Tiscali News ed è Responsabile Cultura dell'agenzia di stampa Primapress. Responsabile comunicazione dell'Ufficio Scolastico del Molise. Fa parte della rete dei Referenti del MIUR per le attività del Piano Nazionale Scuola Digitale ed è Componente del Cantiere nazionale Scuola Digitale di ForumPA. Collabora, come Cultore della materia, con l’Università Telematica Pegaso per il corso di “Comunicazione digitale e social media” ed è Cultore della materia per il corso di "Educazione degli Adulti" presso l'Università LUMSA di Roma. Dal 2016 è Consigliere del direttivo nazionale di AICA con delega ai rapporti con i media. E' autore di “Non è mai troppo tardi – Abc della scuola buona che comunica” (Magi Edizioni) 2016.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*