H2biz lancia un HUB per la Digital Transformation. Luigi De Falco: “Il Recovery Fund è un’opportunità storica”

Si chiama DTH (Digital Transformation HUB) il nuovo HUB del Gruppo H2biz che accompagnerà le piccole e medie imprese nel percorso di trasformazione digitale. Un aggregatore di competenze e fornitori di prodotti, servizi e soluzioni legati ai processi di Digital Transformation, uno dei principali filoni di investimento previsto dal Recovery Fund per modernizzare il sistema paese.

Proprio la leva dei fondi europei ha spinto Luigi De Falco, Presidente di H2biz ed editore di questa testata, ad accelerare sul lancio dell’HUB, inizialmente previsto per settembre 2021.

Il Recovery Fund, la cui prima tranche sarà disponibile a luglio di quest’anno, dovrebbe prevedere una significativa quota di credito di imposta per le imprese che attivano percorsi di trasformazione digitale, che per inciso ha un impatto su tutta la catena del valore aziendale, dall’acquisizione del cliente al post vendita, passando per amministrazione, sistemi informatici, logistica, produzione.
Un mercato vastissimo che coinvolge anche i servizi di supporto (consulenza, comunicazione, credito e pagamenti, formazione).

L’obiettivo di H2biz è aggregare nell’HUB le imprese in grado di gestire tutti i processi di digital transformation per presentarsi sul mercato con un’offerta integrata di prodotti e soluzioni elastiche da adattare di volta in volta alle esigenze dei clienti. H2biz gestirà il coordinamento, la logistica, la comunicazione e il rapporto con il mercato in una logica di condivisione di risorse e profitti.

Per supportare i potenziali clienti in questa difficile congiuntura economica, H2biz sta negoziando anche degli accordi con alcuni operatori finanziari per attivare delle linee di credito dedicate alle imprese che acquisteranno prodotti e servizi dall’HUB.

Finanziamenti e credito di imposta dovrebbero dare un notevole slancio commerciale all’operazione, che è aperta a tutti gli operatori business.

Oltre trenta aziende hanno già risposto all’appello di H2biz, la fase di aggregazione si concluderà ad aprile.

Luigi De Falco: “Il Recovery Fund è un opportunità storica che accelererà il processo di trasformazione digitale delle imprese già in corso. Abbiamo costruito un’operazione corale, di sistema, aggregando competenze, fornitori e partner legati al mondo della digital transformation. Vogliamo presentarci uniti sul mercato per proporre soluzioni competitive, complete, elastiche e sostenibili anche dal punto di vista finanziario. H2biz vuole coprire tutte le possibili esigenze delle pmi e vuole farlo dando loro un reale valore aggiunto che si possa trasformare nel tempo in maggior efficacia, fatturato e profitti. Ci siamo posti anche il problema della scarsa liquidità che gli imprenditori hanno in questa fase e ci siamo mossi di conseguenza individuando dei partner che potessero finanziare i clienti. Con i fornitori abbiamo stabilito un meccanismo di condivisione dei profitti, i costi operativi dell’HUB saranno sostenuti interamente da H2biz. Ci aspettiamo dei grandi risultati, le prime aziende di fornitura hanno risposto subito alla nostra chiamata in meno di 48 ore. La leva fiscale è importante, ma lo sarà ancor di più la capacità di fornire soluzioni e percorsi concreti che le pmi possano integrare facilmente”.

Redazione
Informazioni su Redazione 208 Articoli
Redazione Outsider News.